Booking: dal primo maggio tassa applicata anche sulle commissioni

Booking: dal primo maggio tassa applicata anche sulle commissioni
09-05-2023

Booking: dal primo maggio tassa applicata anche sulle commissioni

  • Hotelier Vip

Novità in arrivo su uno dei siti di annunci più famosi: Booking! E' recente la comunicazione della piattaforma Booking a tutte le strutture iscritte al portale, la quale  prevede che a partire dal 1 maggio 2023 la piattaforma, adeguandosi alle normative dell'Unione Europea, applicherà l'Iva del 22% sulle fatture relative alle commissioni.

Emergono subito degli interrogativi chiave, ai quali cercheremo di rispondere con questo articolo: innanzitutto quali saranno gli effetti di questo adeguamento e cosa cambierà per i privati senza partita Iva? Si tratta di un primo passo verso la lotta all'evasione dell'Iva da celebrare?

Booking dal primo maggio: cosa cambia?

Stando a quanto affermato nella comunicazione da Booking, dal prossimo maggio tutte le strutture registrate sul portale dovranno comunicare il loro numero di Partita Iva valido per le transazioni nell'Ue. Più precisamente, per le strutture dotate di Partita Iva valida nell'Ue le cose rimarranno sostanzialmente invariate: Booking continuerà a non applicare l'Iva avvalendosi del meccanismo noto come "Reverse Charge". In questo caso quindi, l'imposta calcolata continuerà ad essere versata alle autorità fiscali italiane dalle strutture ricettive che si faranno carico del versamento.

Per quanto riguarda invece le strutture ricettive registrate sul portale Booking e non gestite in forma imprenditoriale, come ad esempio immobili privati affittati per brevi periodi non sarà possibile applicare il Reverse Change, perchè l'Iva in questo modo non risulterà pagata nè dal portale, nè dalla struttura...ed è proprio su questo tipo di strutture che l'aumento avrà i suoi effetti maggiori.

Per i privati senza Iva il portale emetterà fattura con Iva italiana e verserà l'imposta alle autorità fiscali italiane, come previsto dalle normative europee. In caso di mancato versamento, le normative prevedono sanzioni che possono variare tra il 90% e il 180% dell'imposta stessa. Il portale precisa inoltre che il nuovo calcolo non andrà ad incidere sull'Iva applicata al prezzo di soggiorno pagato dagli ospiti, ma riguarderà solo le fatture delle commissioni inviate all'azienda partner

Torna al blog di HotelierVip

Potrebbero interessarti

Le notizie e le novità dal mondo dei viaggi
Previsioni turismo italiano: si prevede di superare il numero di presenze del 2019
05-07-2023
PREVISIONI TURISMO ITALIANO: SI PREVEDE DI SUPERARE IL NUMERO DI PRESENZE DEL 2019

Il turismo italiano è da sempre uno dei settori più eccellenti del nostro Paes ...

LEGGI TUTTO
Turismo accessibile: arriva il fondo accessibilità per imprese turistiche
30-05-2023
TURISMO ACCESSIBILE: ARRIVA IL FONDO ACCESSIBILITà PER IMPRESE TURISTICHE

Con il termine di "turismo accessibile" si indicano tutti quei servizi e quelle ...

LEGGI TUTTO
Booking: dal primo maggio tassa applicata anche sulle commissioni
09-05-2023
BOOKING: DAL PRIMO MAGGIO TASSA APPLICATA ANCHE SULLE COMMISSIONI

Novità in arrivo su uno dei siti di annunci pi&ugra ...

LEGGI TUTTO